Tag: ****

Recensione: TOVE STYRKE – Sway ****

Il pop ha una nuova reginetta. Tove Styrke sarà presto sulla bocca di tutti e i feedback che riceviamo ogni giorno ne sono la conferma. Svedese, 26 anni e una carriera iniziata nella versione nazionale del programma Pop-Idol. Il mese scorso l’abbiamo scoperta e…

Recensione: THE VOIDZ – Virtue ****

di Samuel Komp Tonnellate di chiacchiere sono state fatte sulla libertà creativa di Julian Casablancas, sul destino degli Strokes, sul fatto che l’eclettico frontman sembri più orientato ormai ad un progetto come quello dei Voidz che non a quello della band che lo ha…

Recensione: THE FRATELLIS – In your own sweet time ****

Che fatica! E quanta attesa! I soliti tre anni prima di poter scartare di nuovo un loro CD! Sì, il buon vecchio “compact”, perché noi siamo un po’ all’antica. Ma è così, d’altronde: quando ti approcci ai Fratellis bisogna farlo con un po’ di…

Recensione: WRONGONYOU – [Re]Birth ****

Non fatevi ingannare, anzi per restare sul  letterale, al netto dell’errore grammaticale di cui va fiero l’autore, “Non sbagliatevi”. Già, perché Wrongonyou, nome d’arte di questo ragazzone alto quasi due metri che canta in inglese, trasuda Italia da ogni poro essendo lui orgogliosamente romano….

Recensione: PUBLIC ACCESS TV – Street safari ****

Dopo essere stati band di supporto di nomi piuttosto altisonanti come Green Day, Killers, Strokes e molti altri, e dopo un anno decisamente turbolento, riecco finalmente i Public Street Access, impacchettati a dovere per trasmetterci tutta la loro energia che affonda le radici nel…

Recensione: MGMT – Little dark age ****

SE NON CONOSCI I MGMT, PRIMA DI LEGGERE, CLICCA QUI. Il condizionamento gioca sempre brutti scherzi, specialmente a chi parla di musica. Sì, perché le quattro letterine MGMT (residuo del nome “The Management“), non possono non riportare la mente all’estate 2008, quando ancora non…

RECENSIONE: AWOLNATION- Here come the runts ****

La vita è tutta una questione di “Fattore C” (ed è meglio fermarsi qui per non scadere nel volgare che tanto piace a chi recensisce, di questi tempi). Banale o meno che sia, quest’introduzione ribadisce che ci sono grandi fenomeni che diventano tali perché…

Recensione: FALL OUT BOY – M a n i a ****

Il travaglio è stato lungo, anche più del previsto, ma alla fine il nascituro sta bene e gode di ottima salute. Terminologia da reparto ostetricia a parte, è un po’ questa la sensazione che avranno avuto i fan quando, quest’estate, dopo aver sfornato Young…