Recensione: LENNY KRAVITZ – Raise vibration

Il solito Kravitz, rockstar con l’anima soul, che sa incantare e sedurre. Magico nella forma, altalenante nella sostanza. In forma smagliante nel cantato e nell’intensità emotiva che riesce a trasmettere e ancora fortemente ancorato a suoni che non siamo quasi più abituati a sentire. Ciononostante, anche i pezzi più forti, come il singolo estivo Low, non fanno urlare al miracolo. Andamento lento dalla metà in poi, senza acuti degni di nota.

PEZZO MIGLIORE: We can get it all together
DA ASCOLTARE: Low, Who really are the monsters?, Raise vibration

6/10

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: